Main menu

La giusta progettazione può farti risparmiare tempo e denaro!

Quante volte ti è capitato di dover riprendere uno stampo, anche dopo averlo provato, perché il pezzo che usciva dalla tua pressa non era conforme, oppure la striscia non scorreva adeguatamente?

P1000051

Prevenire è meglio che curare, questo detto vale anche per gli stampi!! E, dopo averci sbattuto il becco diverse volte, noi abbiamo capito che solo con una corretta progettazione si possono evitare errori che al giorno d’oggi non sono più tollerate.

Lo stampo non è altro che un’attrezzatura a lotto singolo, che deve funzionare correttamente dal primo pezzo fino all’ennesimo; e che deve consentire al suo utilizzatore di limitare gli sprechi di tempo e di risorse.

Ma per ottenere i risultati migliori occorre un approccio corretto sin dalle primissime fasi, che parta quindi dall’attenta analisi del pezzo da produrre per risalire man mano fin verso l’ufficio tecnico, dove sono il Cad e il Cam a fare la differenza.

Le moderne macchine utensili hanno permesso di raggiungere livelli di produttività, in termini di qualità e precisione, impensabili fino a solo una decina di anni fa.

Lo stesso vale per gli utensili oggi utilizzati, che sono diventati dei veri e propri concentrati tecnologici.

La gran parte delle officine meccaniche, però, continua a trascurare tutte quelle applicazioni software che, se conosciute e ben utilizzate, contribuiscono in modo determinante e significativo ad accelerare il progresso e lo sviluppo tecnologico anche per uno stampo.

Cad e Cam, ad esempio, hanno permesso di “snellire” alcune procedure e di “sollevare” gli operatori da altre incombenze. Ma sarebbe riduttivo fermarsi qui: un buon pacchetto Cad-Cam può fare la differenza tra un successo (tecnico ed economico) e un fallimento. Oggi, con margini sempre più stretti, i responsabili della produzione possono e devono trarre il massimo beneficio da questi strumenti, sfruttandone le potenzialità per ottenere i risultati voluti.

Noi di Torneria e Stamperia Mercatellese da anni ci affidiamo ad un sistema Cad-Cam fin dalla prima fase di preventivazione!

Infatti il semplice sviluppo della lamiera rappresenta il primo nodo da sciogliere per dimensionare correttamente lo stampo ed ottimizzare il consumo di materiale.

Ma, oltre a questo, con il nostro software andiamo ad individuare immediatamente anche tutte quelle “zone” che vanno in compressione o in stiramento, valutandone l’entità sino a determinare anche eventuali rischi di rottura.

Come potremmo fare tutto ciò senza corrette matematiche 3D del pezzo e senza tenere in considerazione i giusti ritiri del materiale?

Dallo sviluppo del pezzo, passiamo alla progettazione dello stampo. Che sia a passo o a colpo singolo, con o senza imbutitura, eseguiamo una progettazione con analisi cinematica, che ci permette di analizzare e prevenire tanti problemi in fase di stampaggio.

Passiamo infine alle lavorazioni di macchina che, per poter essere effettuate correttamente fondano su una progettualità di dettaglio molto avanzata.

Infatti, anche per abbattere i tempi di setup, è indispensabile progettare in 3D sia il pezzo da “stampare”, sia le relative attrezzature, tenendo tra l’altro in considerazione le caratteristiche intrinseche della macchina sulla quale verrà eseguita la lavorazione. Non di rado, infatti, i cosiddetti “tempi morti” sono paragonabili al tempo ciclo effettivo: la loro riduzione è quindi ben gradita, ma per farlo è importante che il processo venga ingegnerizzato tanto quanto il pezzo stesso.

L’analisi di un pezzo è dunque per noi una fase cruciale, indipendentemente dalla sua numerosità, poiché è dai risultati ottenuti in questa fase che viene sviluppata la relativa attrezzatura che, a sua volta viene poi correttamente progettata e dimensionata, consentendo di verificare il programma Iso e di partire a colpo sicuro con la lavorazione in macchina.

Il criterio che da anni abbiamo adottato porta con sé altri vantaggi:

  1. una pianificazione oculata della produzione: a seconda della priorità stabilita, infatti, è possibile puntare alla precisione geometrica del pezzo, al risparmio nell’utilizzo degli utensili e alla riduzione del tempo ciclo;
  2. una volta staffato il pezzo in macchina, si evitano i cosiddetti cicli per tentativi, impegnando in modo inopportuno le risorse disponibili;
  3. in presenza sia di una lavorazione semplice che complessa, tutti gli utilizzatori accettano di buon grado l’uso di un sistema Cad 3D, evitando, anche per le operazioni più facili, la programmazione a bordo macchina con gli strumenti a disposizione sul controllo numerico. Questo, pur non essendo un metodo tecnicamente sbagliato, nasconde tuttavia le tipiche insidie legate al fattore umano del tutto imprevedibili;
  4. risparmiare tempo, liberando risorse umane e tecniche per effettuare controlli più dettagliati.

Ovviamente dietro a un sistema Cad/Cam, dietro a un Pc o dietro a qualsiasi altro macchinario, c’è un operatore che deve essere cosciente della propria responsabilità e deve essere debitamente istruito.

Noi della Torneria e Stamperia Mercatellese crediamo fermamente nella formazione e nell’importanza della preparazione professionale dei nostri collaboratori, considerati elemento portante dell’azienda.

Quindi, di pari passo, aggiorniamo sia la strumentazione tecnica che il personale ad essa dedicato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

FacebookGoogle+