Main menu

[Il detto “chi più spende… meno spende!” vale anche per gli stampi per pentole e per padelle?]

John Ruskin era uno scrittore molto prolifico del 19º secolo, per me molto interessante, tanto che ho fatto stampare tre delle sue citazioni su due biglietti che a volte mostro ai clienti che vogliono trattare sul prezzo.

Ecco le citazioni a me care:

  • È imprudente pagare troppo, ma peggio ancora é pagare troppo poco. Quando paghi troppo perdi un po’ di soldi, è vero, ma è tutto qui. Quando invece paghi troppo poco, rischi di perdere tutto, perché ciò che hai comprato non è in grado di fare il lavoro per cui l’avevi acquistato.
  • La legge comune degli affari nega la possibilità di pagare poco e ottenere molto. Ciò non può accadere. Se tratti con l’offerente meno caro, è bene che tu preveda una certa riserva per coprirti dal rischio che corri. Ma se puoi fare ciò, avrei certamente abbastanza danaro per comperare qualcosa di meglio.
  • Il mondo è pieno di cose che gli uomini possono fabbricare leggermente peggio, per venderle ad un prezzo leggermente inferiore. Coloro che considerano solo il prezzo, diventano preda legittima di questi uomini.

Il signor Ruskin, Dio lo benedica, ha arginato molte preoccupazioni dei clienti con le sue parole sagge.

Non sono tanti quelli che si sentono a proprio agio nel ruolo di prede legittime di qualcun altro, anche se, in questo tempo di crisi, molte aziende vanno alla ricerca di una forte riduzione dei costi.

Di pari passo il loro ufficio acquisti sente di corrispondere alla esigenze aziendali acquistando al prezzo più basso.

stampo coniatura pentola

stampo coniatura pentola

Viene spontaneo chiedersi:

  • saranno stati valutati tutti i disagi che questa scelta può portare??
  • Queste aziende stanno facendo la loro azione di spending review coinvolgendo tutte le fasi produttive, dall’acquisto alla gestione e manutenzione??

Nel settore della pentole e padelle, lo stampo è l’attrezzatura fondamentale per l’efficienza della produzione e, per scongiurare fermi macchina dovuti a rotture e/o manutenzioni, deve avere una vita utile di milioni e milioni di pezzi.

Solo in questo caso il suo costo diventa irrisorio; rapportandolo cioè alla moltitudine di pezzi prodotti, su ciascuno dei quali andrà ad incidere una frazione centesimale del costo originario.

Se ci dovessimo limitare al nostro solo tornaconto verrebbe da dire che più manutenzioni si mettono in atto più utili potremmo conseguire!

Ma la questione non è affatto questa! Le logiche di correttezza e professionalità che da sempre ci contraddistinguono, ci hanno invece spinti ad una costante e continua ricerca nel mondo degli stampi per pentole e padelle per limitare al minimo le spese collaterali dovute alle manutenzioni urgenti.

Con questo non ti sto dicendo che noi non vogliamo fare manutenzione agli stampi o che non ne facciamo proprio…

Al contrario noi della Torneria e Stamperia Mercatellese siamo felicissimi di poterne fare ed in particolare sugli stampi da noi prodotti! E questo per 3 motivi:

  1.  perché collaborando con i nostri clienti, possiamo verificare direttamente quanti pezzi riusciamo a stampare senza avere difetti, andando ad integrare la banca dati che costituisce il know-how della nostra azienda;
  2. perché solo mediante questo lavoro siamo riusciti ad affinare sempre più la tecnica di produzione che ci consente di scegliere i materiali giusti per ogni componente dello stampo e di testare i trattamenti termici in continua evoluzione;
  3. perché solo grazie alle manutenzioni siamo riusciti a generare un vero e proprio libretto di manutenzioni degli stampi per pentole e padelle come quello delle automobili (trovi un articolo su questo argomento specifico qui: http://www.italiastampi.it/test-blog-post-3/).

Abbiamo quindi sposato la logica dell’affidabilità che, se ci pensi bene, determina l’esclusione delle “sorprese in corso d’opera”, ovvero abbiamo cercato di eliminarti, nel limite del possibile è chiaro, i fermi di produzione e la ripetizione di lotti mal riusciti!

Mia nonna mi ripeteva sempre il suo ritornello: “chi più spende… meno spende”!

E credo proprio che avesse ragione, tanto più in questo particolare settore degli stampi!

Quindi, per riassumere, io se fossi in te presterei molta attenzione a commissionare uno stampo per pentola o padella solo tenendo in considerazione il prezzo.

Scegli invece uno specialista del settore e valuta attentamente il suo prodotto e/o servizio: per qualsiasi esigenza saprà darti risposte celeri e risolutive.

Visita il nostro sito: http://www.italiastampi.it/stampi-per-pentole/;

e mettiti in contatto con noi a info@italiastampi.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

FacebookGoogle+